OMDEI - Sito Ufficiale
Il Vescovo Zuppi nella solennità del Fondatore: “I Santi non invecchiano” PDF Print E-mail
Written by OMDEI   
Saturday, 13 October 2012 12:30
solennit-del-FondatoreLa solenne concelebrazione Eucaristica per la solennità di San Giovanni Leonardi, nella Chiesa di Santa Maria in Portico in Campitelli è stata presieduta dal Vescovo Matteo Zuppi  ausiliare di Roma per il Settore Centro. Erano presenti i confratelli della Casa Internazionale di Studi OMD a Roma e altri sacerdoti, religiosi e laici devoti del Santo. Il Vescovo Zuppi durante l’omelia con affabilità ha ringraziato il Signore per il dono della santità del Leonardi e della sua famiglia religiosa che serve la Chiesa e questa porzione della Chiesa di Roma che è nel Centro Storico . Ha ricordato quanto affetto il Leonardi ha avuto per una comunità sempre missionaria: “Perché o la Chiesa vive la missione o non è se stessa”.  E Gesù mette in guardia i discepoli dicendo che la loro testimonianza di vita è data dal’essere: “come agnelli in mezzo ai lupi e la forza di un agnello cambia il mondo quando rimane agnello”.  Sarà inevitabile allora una testimonianza alle volte dolorosa perché vera. Il Leonardi con la sua schiettezza evangelica toccò il nervo vivo delle coscienze anche quelle ecclesiali e si sa, ha proseguito il Vescovo Zuppi: “Gli affari arrivano prima dello Spirito e dunque nel rinnovamento missionario della Chiesa il Leonardi, non poteva accettare che i potenti arrivassero prima del Vangelo”. Dunque, una santità che ha ancora da dire alla Chiesa che si appresta a celebrare i cinquanta anni del Concilio Vaticano II. Il Leonardi affrontò per il suo tempo “la questione della purificazione della Chiesa” e oggi più che mai abbiamo bisogno di liberarci dai “profeti di sventura che sono dentro di noi e fuori di noi”, perché possiamo dire con Maria e i santi che: “la Chiesa non invecchia, che i Santi non invecchiano” soprattutto quando “ i discepoli di Gesù non vivono per sé, ma per gli altri”. Al termine della liturgia eucaristica il Rettore, P. Davide Carbonaro, ha ringraziato il Vescovo Matteo donando una reliquia del Santo. Infine, ha ringraziato il Dott. Fabio Piacentini che in questi mesi ha restaurato la pala di “San Giovanni Leonardi in gloria” del Sozzi dipinta nel 1862 in occasione della beatificazione. Dopo la venerazione del Santo il Vescovo insieme ad un gruppo di farmacisti cattolici accompagnati dal Presidente Nazionale  Dott. Piero Uroda e dall’Assistente Don Marco Belladelli, ha inaugurato presso la Cappella delle Reliquie una targa che ricorda il Decreto di Benedetto XVI che proclama San Giovanni Leonardi celeste patrono dei farmacisti.

11 ottobre 2012

 
 
Benedetto XVI apre l’Anno della fede: “riannunciare Cristo all’uomo contemporaneo” PDF Print E-mail
Written by OMDEI   
Friday, 12 October 2012 21:48
Anno-della-FedeLa “cosa più importante” sia quella di ravvivare in tutta la Chiesa “quell’anelito a riannunciare Cristo all’uomo contemporaneo” appoggiandosi sulla base concreta dei documenti conciliari. Così il Papa che ieri, in coincidenza con il 50.mo dell’inizio del Concilio Vaticano II e il 20.mo della pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica, ha presieduto la Santa Messa per l'apertura dell’Anno della fede. Quattrocento i concelebranti - fra cui 8 patriarchi delle Chiese orientali, 80 cardinali e 15 padri conciliari - che in una suggestiva processione sono saliti sul sagrato della Basilica di fronte ad una Piazza San Pietro affollata da circa 20mila persone. Alla fine della celebrazione eucaristica il Papa ha riconsegnato al Popolo di Dio i 7 Messaggi del Concilio e il Catechismo della Chiesa Cattolica.

12 ottobre 2012

 icon Omelia nellapertura del Lanno della fede
Last Updated on Friday, 12 October 2012 21:51
 
Vaticano: omaggio floreale al Santo PDF Print E-mail
Written by OMDEI   
Friday, 12 October 2012 06:49
omaggio-florealeLa mattina del 9 ottobre la Casa internazionale di Studi OMD a Roma accompagnata dal Rettore P. Davide Carbonaro, ha rinnovato l’omaggio floreale presso la statua del Santo Fondatore posta nell’abside della Basilica Vaticano, una piccola processione al canto delle litanie ha percorso il perimetro esterno della Basilica.

11 ottobre 2012

 
 
Solennità di San Giovanni Leonardi 2012 PDF Print E-mail
Written by OMDEI   
Wednesday, 10 October 2012 12:31
compitelliLa festività liturgica di San Giovanni Leonardi è celebrata all’inizio dell’anno delle Costituzioni dell’Ordine e alla vigilia dell’Anno della Fede voluto da Benedetto XVI. Ed proprio su questi due eventi che il P. Generale, P. Francesco Petrillo si è soffermato nella sua omelia e nel messaggio inviato all’Ordine durante le celebrazioni nella Chiesa di Santa Maria in Portico in Campitelli a Roma sede della Curia Generalizia. La sera dell’8 ottobre ha presieduto i primi vespri e la memoria del transito, al termine la solenne processione per le vie di Campitelli. I vespri sono stati animati dalla Capella musicale di Santa Maria in Campitelli diretta dal M° Vincenzi di Betta che ha eseguito l’inno “Salve Joannes Legifer” del M° Refice. Durante l’Eucrestia del 9 ottobre celebrata presso la tomba del Santo il P. Generale ha ricordato che: “Una delle idee portanti del rinnovato impulso che il Concilio Vaticano II, ha dato al’evangelizzazione è quella della chiamata universale alla santità, che in quanto tale riguarda tutti i cristiani (Cf. LG 39-42). I santi sono i veri protagonisti dell’evangelizzazione  in tutte le sue espressioni. Essi sono, in particolare, anche i pionieri e i trascinatori della nuova evangelizzazione  - che il Papa inaugurerà giovedì 11 ottobre- con la loro intercessione – ha affermato Benedetto XVI – e con l’esempio della loro vita attenta alla fantasia dello Spirito Santo, essi mostrano alle persone indifferenti  o addirittura ostili alla bellezza del Vangelo e della comunione in Cristo, e invitano i credenti, per così dire, tiepidi, a vivere con gioia di fede, speranza e carità, a riscoprire il «gusto» della Parola di Dio e dei Sacramenti, in particolare del Pane di vita, l’Eucaristia. Santi e sante fioriscono tra i generosi missionari che annunciano la Buona Notizia ai non cristiani, tradizionalmente nei paesi di missione e attualmente in tutti i luoghi dove vivono persone non cristiane. La santità non conosce barriere culturali, sociali, politiche, religiose. Il suo linguaggio – quello dell’amore e della verità – è comprensibile per tutti gli uomini di buona volontà e li avvicina a Gesù Cristo, fonte inesauribile di vita nuova”. Così sia l’Anno delle Costituzione che l’anno dela Fede saranno momenti di grazia per i religiosi e i fedeli a contemplare nella: “vita stessa di Giovanni Leonardi la risposta provvidenziale che fece ritornare Dio tra gli uomini del suo tempo. Lui che invitava a tenere costantemente fisso lo sguardo interiore della fede su Cristo e Cristo crocifisso, vibrava di un’autentica umanità che fu in grado di riportare freschezza e slancio nella fede di coloro che lo avvicinavano”.  Infine , P. Generale ha ricordato che: “E’ nel nostro stesso nome chierici “regolari” che è inscritto un ritorno alla vita buona del Vangelo, e le Costituzioni ne diventano uno strumento prezioso, se vissute fino in fondo”. Nella serata della Solennità di San Giovanni Leonardi, il P. Generale si è recato nel Santuario mariano della Madonna dell’Arco (S. Anastasia) per celebrare l’inaugurazione della nuova “Aula liturgica” dedicata al Santo. Per questa occasione ha consegnato un prezioso reliquiario eseguito dal Michele e Maddalena Todisco dalla “Nuova Ecclesiart”.  Il reliquiario contiene un frammento del “Capo” di San Giovanni Leonardi  proprio a significare come il Santo mise a servizo di quella comunità la “sua intelligenza evangelica” e “l’obbedienza della fede”. Il Leonardi dopo aver edificato il santuario mariano lo consegnò ai Padri Domenicani che ancora oggi lo custodiscono.

10 ottobre 2012

www.santuarioarco.org

 
Last Updated on Wednesday, 10 October 2012 12:48
 
«StartPrev12345678910NextEnd»

Page 5 of 32