Home Oriens ex alto
E-mail Stampa PDF

Oriens ex alto


Add this to your website



                                                                                                                  
IV Centenario della nascita di P. Ludovico Marracci               
iconProgramma                          
(Torcigliano di Camaiore Lucca 1612 - Roma 1700)                                                                                 
                                                                                                                                                                
puttiniSacerdote dei Chierici Regolari della Madre di Dio,                                  
Orientalista, Rettore della Sapienza
, primo traduttore
del Corano e della Bibbia arabica.



CORANO E BIBBIA                                                                              
l’uso delle fonti in P. LUDOVICO MARRACCI                                                        
(1612-1700)

CONVEGNO INTERNAZIONALE                                                         iconDépliant
NEL IV CENTENARIO DELLA SUA NASCITA                                                       
15-16 NOV 2012                                                                    
SALA BALDINI
PIAZZA CAMPITELLI, 9 - ROMA                                  

P. Ludovico Marracci (1612-1700)                                       iconProfilo Ludovico Marracci
Primo traduttore del Corano e Orientalista                                             


marracci“I lunghi anni di studio e di stesura della traduzione del Corano furono anni in cui l'Europa visse come un incubo la minaccia dell'invasione delle armate musulmane, poi fermate a Vienna: se il pericolo rappresentato dai Turchi spinse a studiare l'Islam con maggior attenzione, solo il loro declino permise di considerarli con maggior serenità. Eppure, pur lavorando in un clima di tensione, Marracci seppe portare a termine il suo lavoro con precisione scientica ed onestà intellettuale, fornendo alla Cristianità una pietra miliare per comprendere quello che era pur sempre il "nemico". Oggi, a quattro secoli di distanza, dinnanzi ad altre forme di contatto ravvicinato, il metodo di Marracci dev'essere ancora ammirato e reciprocamente seguito se si vuole veramente comprendere e aiutare a capire” (M. Pedani Fabris).

Ludovico Marracci nacque a Torcigliano di Camaiore in provincia di Lucca il 6 ottobre 1612.
Dopo aver appreso il latino della sua città, si trasferì a Lucca dove, nel 1627, a soli 15 anni, entrò a far parte dei Chierici Regolari della Madre di Dio; nel collegio romano di S. Maria in Campitelli studiò, oltre a losoa e teologia, la lingua greca, siriaca, caldaica ed ebraica. Nel 1698 usciva dalla tipografia del seminario di Padova una sua traduzione latina del Corano: due tomi nei quali si presentavano il testo arabo, la traduzione in latino ed un ampio apparato di commenti e note tratte da varie opere di studiosi musulmani. La traduzione, molto rinomata nel XVIII secolo, veniva in seguito abbandonata e sostituita dalle traduzioni nelle varie lingue nazionali; solo con l’islamologo inglese Edward Denison Ross il testo veniva riscoperto come una delle principali fonti della traduzione di George Sale: da ciò nasceva un nuovo interesse per l’opera del Marracci che dura no ai nostri giorni.


Gli Scritti

Non tutte le opere del Marracci sono state edite: esse spaziano nei più svariati argomenti, si passa da opere di didattica, a quelle geografiche e storiche, a quelle orientalistiche, scrive varie biografie quella del Fondatore dell’Ordine della Madre di Dio, San Giovanni Leonardi (1541-1609) e del Beato Innocenzo XI (1611-1689). Raccoglie le storie dell’icona mariana di Santa Maria in Portico.

Partecipa nel 1620 nella commissione per la traduzione della Bibbia in arabo su richiesta delle chiese orientali impresa che porterà a compimento nel 1650 Biblia Sacra arabica Sacrae Congregationis de Propaganda Fide, Roma 1671.

In questi anni lavora intorno alla sua opera fondamentale la traduzione latina del Corano pubblicata in due tomi: Prodromus refutationem Alcorani, Roma 1691 e Refutatio alcorani, Padova 1698. Quest’ultimo contiene il testo arabo del Corano, la traduzione in latino, corredata da notae e refutationes.

Altra opera significativa per comprendere l’uso moderno delle fonti è lo studio sulle cosidette Laminae granatensi lastre di piombo ritrovate nel 1595 a Granada.

Traduce in arabo l’Officium Beatissimae Virginis Mariae.

Donazioni

VERSAMENTO IN BANCA
Bonifico a favore di:
ORDINE DELLA MADRE DI DIO
IBAN IT08A0103003283000001172259
Monte dei Paschi di Siena – Roma
Swift/Bic PASCITM1A25
info

Contatti

Curia Generale dell'Ordine
Rev.mo Padre Generale: P. Vincenzo Molinaro OMD
Segreteria di Curia: P. Ani Kenneth OMD 
E-mail della Segreteria omdgeneralcuria@yahoo.com
E-mail del Padre Generale ordine.madredidio@libero.it
Indirizzo: Piazza Campitelli 9, 00186 Roma
Tel. e fax: (+39) 06.31073632

Social Network

FaceBook Feed Youtube Twittericon-1
newsletter
Inserisci la tua mail: